Tutti i 4 tipi di posa per il pavimento in parquet

A cassero semplice

Uno dei sistemi più diffusi per la posa del pavimento in parquet è il cosiddetto cassero semplice o regolare. In questo caso, il primo listello viene posato nell’angolo opposto a dove sta l’ingresso della stanza, lungo il pavimento e si accostano i successivi listelli fino ad arrivare all’angolo opposto. La seconda fila di listelli, inizia con il primo tagliato a metà e si prosegue fino in fondo. Si continua in questa maniera, iniziando ogni fila o con un listello intero o con uno a metà al fine di creare un disegno regalare con le fughe tra i diversi listelli del parquet. Questo tipo di posa si può fare con i listelli di qualsiasi dimensione.

A cassero irregolare

La variante del cassero regolare che è davvero molto diffusa è il cassero irregolare. Per la fase di posa, si procede praticamente come per il cassero regolare solo che il primo listello di ogni fila non deve essere tagliato a metà ma a una lunghezza variabile. Il risultato è che le fughe tra le piastrelle non creano un disegno regolare ma piuttosto irregolare e per questo motivo prende questo nome. Questo tipo di posa dona un effetto molto naturale poiché le venature e le fughe tra i listelli non seguono un disegno in particolare.

A spina di pesce

La spina di pesce è una posa molto bella che però ha bisogno di diversi tagli poiché si procede in diagonale.

La cornice

Oltre a sistemi visti, prima è possibile fare delle piccole variazioni, una di queste è la cornice: lungo tutto il perimetro della stanza si mette una fiala di listelli perpendicolari al muro affinché si crei una cornice. Dopo aver fatto la cornice, si può procedere con la posa che si preferisce. La cornice dà il suo massimo risultato se fatta con listelli di piccole dimensioni. Dato che i listelli sono disponibili in lunghezze uguali ma in legni diversi, è possibile fare la cornice di un colore diverso.

Altri dettagli sono sul sito web www.edilpavimentazioneroma.it