Come determinare il livello di sicurezza di una porta: 6 classi diverse

La classe 1

Le porte che hanno una classe di scurezza uno sono quelle che sono facilmente violabili; infatti è sufficiente la forza fisica per aprirle. Si tratta di soluzioni che non sono indicate per l’uso abitativo ma meglio per capannoni e magazzini dove non vi è merce di grande valore.

La classe 2

Una porta che ha una classe di sicurezza due ha alcune caratteristiche in più. Di solito, hanno montate una serratura che si apre con la chiave seghettata. Una buona ditta di pronto intervento fabbro a Roma è sempre disponibile per installare porte con queste caratteristiche soprattutto per l’ingresso di palazzine, condomini, case bifamigliari e simili. Si tratta, infatti, di porte che sono molto indicate per diventare i protoni che consentono l’accesso al giro scale.

La classe 3

le porte che sono indicate per un uso abitativo sono quelle che hanno classe di sicurezza 3 poiché hanno migliori sistemi anti scasso. Una porta di questo tipo meglio installarla in situanti non a rischio come, per esempio, nel giro scale di un condominio che quindi ha già un protone di ingresso a protezione. La serratura può avere una chiave più evoluta rispetto a quella seghettata come quelle a doppia mappa.

La classe 4

Le porte più indicate per l’uso abitativo sono quelle di classe 4. Una ditta di pronto intervento fabbro a Roma installala porte di questo genere in situazioni a rischio come può essere quando l’ingresso dà direttamente all’esterno senza che vi sia un giro scale. La serratura, in questo caso, è sempre con i cilindri europei, i quali rappresentano la soluzione più difficile da violare.

Le classi 5 e 6

Infine, vi sono le porte di classe 5 e 6 che sono quelle più indicate per situazioni dove la sicurezza riveste un ruolo fondamentale. Si tratta di soluzioni che hanno sistemi di apertura sofisticati anche grazie alla tecnologia più avanzata. Spesso soluzioni del genere sono scelte per banche, gioiellerie, musei, gallerie, etc.