3 sistemi infallibili per il vostro trasloco

Quali sono i contenitori migliori dove riporre le cose

Per traslocare a Roma serve mettere tutto quello di vostra proprietà in dei contenitori per portarli presso la nuova abitazione. Il sistema migliore è quello di usare gli scatoloni che potete farvi fornire da una ditta specializzata oppure recuperare un po’ in giro. Un’idea potrebbe essere quella di tenere le scatole del corriere che consegna a domicilio i vostri acuisti fatti online. Inoltre, anche al supermercato potete trovare altre scatole, di solito alla cassa.

Come si proteggono gli oggetti più fragili

Traslocare a Roma rappresenta un pericolo per gli oggetti più fragili perché le fasi di carico sui mezzi adatti, il traporto nel caotico traffico della capitale e lo scarico presso la nuova abitazione presentano una serie di possibilità di rottura. È di fondamentale importanza che ogni oggetto fragile che potrebbero rompersi sia incartato con cura. Il materiale migliore per fare questo è il pluriball; si tratta di un sottile foglio di plastica che ha delle bollicine che sono il massimo per preservare piatti, ceramiche, bicchieri, cristalli, tazze e anche schermi di televisori. Un’alternativa low cost porrebbe poi essere quella di usare i fogli dei quotidiani vecchi, anche se la garanzia non è la stessa offerta dal pluriball.

Come trasportare i vestiti e gli indumenti

Quando dovete traslocare a Roma usate dei trucchetti per fare meno fatica e lavoro, anche nelle fasi successive, molti pensano che il più sia fatto una volta entrati in casa nuova ma si tende a sottovalutare la fase del riordino. Se non avete nessuna intenzione di rilavare, stirare e ripiegare i vostri vestiti, ecco che è sufficiente utilizzare valigie, borse e trolley per riporvi tutti i vostri vestiti, proprio come si fa quando andate in vacanza. In questa maniera, i vestiti saranno protetti durante il viaggio e non si sporcheranno. Una volta in casa nuova, non dovrete far altri che aprire la valigia o il trolley mettere tutti i vestiti nell’armadio, senza doverli prima lavare perché saranno ancora intonsi e perfetti.